3.4.5 Relazione associativa

La relazione associativa è considerata una relazione residuale rispetto alle prime due: si ha quando due termini sono legati da una relazione definitoria, diversa tuttavia dalla relazione di equivalenza e da quella gerarchica. Inoltre la relazione associativa serve a evidenziare relazioni molto strette, di sovrapposizione o interscambiabilità di significato, come nel caso dei quasi sinonimi, quando non siano trattati mediante la relazione sinonimica. La relazione associativa è una relazione reciproca.

La relazione associativa si può avere tra termini che appartengono alla stessa categoria e i cui significati si sovrappongono, tanto da essere usati talvolta in maniera intercambiabile.

Esempio:
Abitazioni
RTAlloggi

Tuttavia, la relazione associativa più frequente è quella che lega termini che appartengono a categorie diverse. In questo caso, essa svolge una importante funzione di collegamento tra strutture gerarchiche diverse.

Si elencano di seguito, a titolo esemplificativo, alcuni dei casi più frequenti di relazioni associative tra categorie diverse.

(a)  Una disciplina e i fenomeni studiati.

Esempio:
Oceanografia
RTOceani

(b)  Una attività e il suo agente o strumento.

Esempi:
Commercio al dettaglio
RTDettaglianti

Concimazione
RTConcimi

Microscopia
RTMicroscopi

(c)  Una azione e il suo prodotto.

Esempio:
Panificazione
RTPane

(d)  Una azione e il suo paziente.

Esempi:
Adozione
RTFigli adottivi

Detenzione
RTDetenuti

(e)  Concetti in relazione alle loro proprietà.

Esempi:
Parlamentari
RTImmunità parlamentare

Invalidi
RTInvalidità

(f)  Concetti legati da un rapporto di causa ed effetto.

Esempi:
Parassiti
RTMalattie parassitarie

Guerre
RTDanni di guerra

(g)  Una cosa o azione e il suo agente contrario.

Esempi:
Dolore
RTAnalgesici

Incendi
RTServizi antincendio

(h)  Un concetto e il suo contrario.

Esempio:
Inquinamento
RT Disinquinamento

[g3443] -- [g345]


© AIB - EG, 1997-06 (rev. 1997-10-17). Versione sperimentale WWW corrispondente a Guida all'indicizzazione per soggetto / GRIS. - Roma : AIB, 1996 // P. 89-90

[Indice GRIS]