2.5 Elementi coordinati

Si considerano coordinati due o pił concetti che occupano il medesimo ruolo nella definizione del soggetto, senza che tra gli stessi intercorra alcuna relazione di tipo partitivo, possessivo o quasi generico, e che pertanto nell'enunciato di soggetto si presentano uniti dalla congiunzione e o separati dalla virgola.

Esempi:
Flessibilitą ed elasticitą degli acciai speciali
Inquinamento del suolo da fertilizzanti e pesticidi
Influssi di Giosuč Carducci, Giovanni Pascoli e Gabriele D'Annunzio sulla poesia italiana della prima metą del Novecento
Esposizione dei corali e della suppellettile liturgica della Basilica di San Lorenzo di Firenze
Descrizione bibliografica delle videocassette e delle audiocassette

I concetti coordinati sono di norma citati all'interno di un'unica stringa, in immediata successione e secondo l'ordine alfabetico dei termini preferiti che li designano. I termini coordinati possono essere collegati da una e.

Esempi:
Acciai speciali -- Elasticitą e flessibilitą
Suolo -- Inquinamento da fertilizzanti e pesticidi
Poesia italiana -- 1900-1950 -- Influssi di Giosuč Carducci, Gabriele D'Annunzio e Giovanni Pascoli
Basilica di San Lorenzo <Firenze> -- Patrimonio: Corali e suppellettile liturgica -- Esposizioni
Audiocassette e videocassette -- Descrizione bibliografica

Occorre comunque verificare la possibilitą che l'insieme dei concetti coordinati sia esprimibile con sufficiente precisione mediante un termine di significato pił generale, che, nel caso, deve essere preferito.

Esempi:
Pubblicazioni ufficiali -- Catalogazione bibliografica
Letterature semitiche -- Storia

non:
Pubblicazioni ufficiali -- Descrizione bibliografica e indicizzazione nominale
Letteratura siriaca, letteratura ebraica, letteratura araba e letteratura amarica -- Storia

[g245a] -- [g25] -- [g3]


© AIB - EG, 1997-06 (rev. 1997-10-17). Versione sperimentale WWW corrispondente a Guida all'indicizzazione per soggetto / GRIS. - Roma : AIB, 1996 // P. 56-57

[Indice GRIS]